Gli effetti dell’acido aspartico sul testosterone

La maggior parte degli integratori di stimolazione del testosterone include l’acido D-aspartico, spesso elencato come DAA o D-asp, come il primo ingrediente. C’è qualche dibattito sul fatto se l’acido D-aspartico sia efficace o meno. L’acido D-aspartico non è destinato ad essere utilizzato da persone sotto i 21 anni di età. Consultare sempre il proprio medico prima di utilizzare eventuali integratori.

Nomenclatura di acido amminico

Tutti gli aminoacidi, ad eccezione della glicina, utilizzati dal corpo umano per la sintesi proteica hanno due forme quasi identiche, note come L- o D-. Queste denominazioni si riferiscono a come le parti della molecola reagiscono sotto una luce ottica. Per quanto riguarda la sintesi proteica e la crescita muscolare, solo le forme L sono utilizzate per questo processo. La forma D degli amminoacidi si trova anche all’interno del corpo umano e può essere utilizzata anche in una varietà di processi.

Che cos’è l’acido aspartico?

L’acido aspartico è un aminoacido che contiene una catena laterale acida ed è considerato non essenziale. Ciò significa che il corpo umano può fare quantità sufficienti se vengono consumati adeguati quantitativi di aminoacidi essenziali. L’acido L-aspartico è noto per partecipare allo sviluppo delle molecole che contribuiscono a rendere il DNA.

Acido Aspartico e Testosterone

Per quanto riguarda il testosterone, si utilizza l’acido D-aspartico, non la forma L. Uno studio presso l’Università di Napoli usando gli uccelli ha dimostrato che l’acido D-aspartico reagisce nel cervello per rilasciare l’ormone luteinizzante, o LH. LH poi si reca ai testicoli dove entra nelle cellule specializzate, o le cellule Leydig, che hanno la funzione di creare testosterone. Articoli pubblicati da “Brain Research Reviews” concordano con l’azione proposta dell’acido D-aspartico ei suoi effetti sul testosterone.

D-Aspartic Acid e gli umani

Gli studi sugli animali mostrano l’efficacia sono grandi, ma gli studi che utilizzano gli stessi supplementi sugli esseri umani sono inconcludenti. Ci sono pochi studi effettuati utilizzando acido D-aspartico e umani. Uno studio in “Biologia riproduttiva e endocrinologia” ha dimostrato che i maschi integrati con 3,12 g di acido D-aspartico per 12 giorni hanno registrato un aumento del loro testosterone libero di circa il 40%. Dopo tre giorni di inutilizzo, i loro livelli di testosterone libero sono scesi di circa il 10 per cento.

Studi a lungo termine non sono stati eseguiti utilizzando acido D-aspartico. La maggior parte dei produttori di prodotti che contengono acido D-aspartico raccomanda di utilizzare il prodotto per periodi da 4 a 12 settimane, seguita da un periodo di cessazione dal prodotto da 2 a 4 settimane. Leggere sempre l’etichetta sul supplemento che stai assumendo e utilizzare quella raccomandazione di conseguenza. Le raccomandazioni correnti basate sulla “Biologia riproduttiva e l’endocrinologia” suggeriscono di usare 3,12 g al giorno.

Uso consigliato