I pro e contro di integratori vitaminici

Più della metà degli americani prende un certo tipo di integratore ogni giorno, con integratori multivitaminici che sono una delle scelte più popolari, secondo l’Università di Maryland Medical Center. Mentre ci possono essere alcuni benefici per l’assunzione di integratori vitaminici, alcuni integratori o combinazioni di integratori possono essere rischiose per alcuni individui. Ottenere troppo di alcune vitamine può anche causare sintomi di tossicità.

Anche se è meglio ottenere le vitamine dal cibo, gli integratori possono contribuire a compensare eventuali carenze. I supplementi possono diminuire il rischio di una carenza di vitamina e di eventuali sintomi di carenza di accompagnamento. In generale, tuttavia, le persone sane che seguono una dieta nutriente non necessitano di integratori vitaminici, prende atto di un articolo “Consumer Reports” pubblicato nel settembre 2010.

Molte vitamine idrosolubili sono semplicemente escreti dal tuo corpo se consumate più di quanto ti serve. Alcune vitamine, comunque comprese la niacina e le vitamine A, B-6, C e D, possono causare sintomi di tossicità quando prese in quantità elevate. Le vitamine A e D sono solubili in grassi, quindi vengono conservate nel corpo se prendete più di quanto ti serve. I sintomi della tossicità possono essere relativamente lievi, come prurito, mal di testa, pelle scorsa o stomaco sconvolto, o possono essere più gravi, tra cui calcoli renali, problemi di ritmo cardiaco e confusione. Sebbene il folato non solitamente causa sintomi di tossicità, può mascherare i sintomi di una carenza di vitamina B-12 quando vengono presi in quantità elevate.

Le donne in gravidanza possono trarre vantaggio dalla presa di una vitamina prenatale perché hanno esigenze più elevate di vitamina e l’acido folico in queste vitamine riduce il rischio di difetti di nascita. Le persone che mangiano meno di 1.200 calorie al giorno, i vegetariani rigorosi e le persone che hanno condizioni che riducono le quantità di vitamine e minerali che assorbono dal cibo possono avere bisogno di supplementi per ottenere abbastanza di sostanze nutritive essenziali. Il fumo interferisce con l’assorbimento di alcune vitamine, come le vitamine C e D, in modo che un integratore possa essere utile per i fumatori, e le persone anziane hanno anche qualche difficoltà ad assorbire alcune vitamine dai cibi.

Le persone che prendono determinati farmaci potrebbero avere bisogno di limitare la quantità di alcune vitamine che prendono a causa di potenziali interazioni. Ad esempio, coloro che prendono i diluenti di sangue non dovrebbero prendere integratori di vitamine E e K e dovrebbero cercare di mantenere la loro assunzione di questi nutrienti dagli alimenti coerenti. La presa di alcune vitamine antiossidanti, incluso il beta carotene, può aumentare i rischi sanitari per i fumatori e le donne in gravidanza non dovrebbero assumere quantità eccessive di vitamina A, perché ciò può aumentare il rischio di difetti di nascita.

Benefici potenziali

Rischio di tossicità

Chi beneficia di più

Chi dovrebbe evitare le vitamine supplementari