La differenza con la cottura con la polpa tamarindica contro la pasta tamarinda

Parte del divertimento di andare in un nuovo ristorante, o di provare un nuovo tipo di cibo, sta imparando nuovi ingredienti esotici. Questo è particolarmente vero per gli occidentali che mangiano cibo asiatico, con le sue diverse culture culinarie e tutto il suo nuovo mondo di colori, sapori e texture sconosciuti. Un tale ingrediente è il tamarindo, che fornisce molti piatti etnici con una tang distinctly fruttato. È disponibile nei mercati asiatici in due forme comuni.

A proposito di Tamarind

Il tamarindo è nativo nell’Africa orientale, ma le sue virtù come albero di ombra e ingrediente alimentare lo hanno aiutato a diffondersi in tutte le regioni tropicali del mondo. La frutta cresce in forma di baccelli lunghi e cuoia che assomigliano ai fagioli. Quando maturano e maturano, la pelle esterna diventa un guscio duro e fragile e la polpa interna si secca a una polpa marrone e appiccicosa. Questo viene premuto in blocchi per la vendita commerciale, con o senza i semi duri. Il frutto tenero viene usato come succo di limone o di limone per aggiungere un accento acido rinfrescante agli alimenti e salse.

Utilizzando Tamarind Pulp

La pasta di Tamarind è di solito venduta sotto forma di un piccolo pacchetto confezionato, compresso e molto denso. Per usarlo in una ricetta, tagliare un pezzo dal blocco di pasta e metterlo in una tazza di misura o una ciotola di miscelazione. Coprire la pasta con acqua bollente e lasciarlo riposare per almeno cinque minuti, mescolando di tanto in tanto. Strappare il liquido, raccogliendo i semi dal filtro e spingendo così tanto pasta attraverso di essa come puoi gestire. Il risultato finale dovrebbe essere una pasta adesiva sottile e marrone.

Utilizzo di Tamarind Paste

La pasta di Tamarind è un prodotto di comodità, molto simile al suo cammino verso l’aglio o le paste di erbe vendute nella sezione produttiva del tuo supermercato. La pasta di Tamarind è la polpa di tamarinda con i semi e le fibre rimosse, proprio come si avrebbe fatto a casa. È imballato in vasetti di vetro o occasionalmente disposti in tubi di spremitura di plastica come dentifricio. A seconda del marchio e della sua qualità, la pasta può contenere dolcificanti o conservanti. Questo tipo di pasta è liscia e non contiene sementi o fibre e non richiede immersione. Può essere utilizzato direttamente dal vaso.

Utilizzando Tamarind

Nella maggior parte degli usi, la differenza tra la pasta di tamarind e la pasta di tamarind è piccola. La pasta di Tamarind è più conveniente perché può essere aggiunta direttamente ai piatti, risparmiando tempo e fatica. Alcuni sostengono che la polpa di tamarindo appena imbevuta ha un sapore migliore e più fresco, ma la maggior parte dei cuochi vede poca differenza. Tamarind è utilizzato in una grande varietà di piatti in India, Sud-Est asiatico e Medio Oriente, tra cui zuppe, patatine fritte, piatti di pasta e dessert. È anche l’ingrediente acido nella salsa di Worcestershire.