Quali sono i vantaggi di bere olio di cocco?

Le persone che vivono nelle regioni tropicali hanno bevuto e mangiato l’olio di cocco per secoli, ma molte persone hanno recentemente astenuto dall’uso dell’olio di cocco perché è un grasso saturo, che è stato collegato a molte gravi condizioni di salute. Recenti studi, tuttavia, dimostrano potenziali benefici per la salute derivanti dal consumo di olio di cocco.

Selezione

Ci sono molte marche di olio di cocco nel mercato di oggi con vari livelli nutrizionali e diversi marchi offrono vari gradi di potenziali benefici per la salute, afferma Michael Murray, medico di medicina naturopatica, nel libro “L’enciclopedia dei cibi guarigione”. L’olio di cocco più sano È non idrogenato e inodore, e anche se non ha bisogno di essere refrigerato, è meglio utilizzarlo entro un mese dall’apertura del contenitore, raccomanda Murray. L’olio di cocco si solidificherà a temperature inferiori a 76 gradi F

Composizione

La composizione dell’olio di cocco differisce notevolmente dai tipi più comuni di olio nella tipica dieta americana, come oli vegetali, canola e oli di oliva. L’olio di cocco è descritto come un acido grasso a media catena, mentre i grassi presenti nei prodotti a base di carne, prodotti lattiero-caseari e vegetali sono generalmente acidi grassi a catena lunga. Secondo il sito web del Coconut Research Center, gli acidi grassi a media catena non influenzano negativamente i livelli di colesterolo o causano l’intasamento delle arterie.

Acido laurico

L’olio di cocco contiene l’acido laurico, un composto che è noto per le sue proprietà di stimolazione immune. Secondo il dottor Jon J. Kobara, professore emerito presso la Michigan State University, l’acido laurico si trova anche nel latte materno e risulta nel composto monolaurin, che è noto per difendere i bambini dalle infezioni protozoali virali e batteriche, afferma Mary G. Enig, Ph.D., direttore della divisione Scienze Nutrizionali di Enig Associates.

Acido Capriccio

L’olio di cocco contiene anche l’acido caprino, che si trasforma in un composto chiamato monocaprin una volta ingerito. Monocaprin ha forti proprietà antivirali. Secondo il libro di Murray, moncaprin potrebbe avere un effetto antivirale contro alcune malattie trasmesse sessualmente, come la clamidia, herpes simplex 1 e 2 e la gonorrea. Sono in corso anche studi per testare l’efficacia dell’olio di cocco nella lotta contro il virus responsabile dell’HIV / AIDS.

Polmonite

Secondo il sito American College of Chest Physicians, uno studio clinico condotto dal Children Medical Center di Filippine ha trovato l’olio di cocco vergine per essere un’efficace terapia aggiuntiva per i bambini affetti da polmonite acquisita. L’uso di olio di cocco vergine non curerà la polmonite acquisita in pediatria, ma i risultati di questo studio suggeriscono che l’assunzione potrebbe contribuire ad accelerare la normalizzazione della frequenza respiratoria e ridurre l’esistenza di crackle nei polmoni.