Quali sono le cause del dolore durante la respirazione?

Il dolore provocato dalla respirazione si verifica con una varietà di condizioni che vanno dalla gravità dei problemi medici transitori, lievi ai malattie potenzialmente pericolose per la vita. Il disagio della cassa innescato o aggravato da respiro forzato, tosse o tosse è noto come dolore toracico pleuritico. Le cause comuni includono lesioni al torace, infezione, un coagulo del sangue polmonare e l’infiammazione del sac che circonda il cuore. I tumori che colpiscono i polmoni, le malattie autoimmuni e alcune condizioni addominali sono colpevoli meno frequenti. Sebbene il dolore toracico pleuritico non possa indicare un problema serio, è necessaria una valutazione medica immediata per determinare la causa sottostante e il trattamento appropriato.

Lesioni sulla parete del torace e pneumotorace

Il dolore associato alla respirazione può verificarsi con una lesione alla parete toracica. Il movimento del petto che si verifica con la respirazione provoca o peggiora il dolore causato da una nervatura rotta, un muscolo toracico tirato o un livido della parete toracica. Nella maggior parte dei casi, questo provoca un dolore toracico unilaterale. Meno comunemente, un polmone può essere perforato da una lesione penetrante della cassa, come una ferita di pungiglione o frammenti di una costola rotta. Questo può portare a perdite d’aria dal polmone nella cavità toracica, una condizione chiamata pneumotorax. Il dolore con la respirazione è un sintomo comune di pneumotorace, insieme alla mancanza di respiro. Pneumotorace può anche verificarsi senza lesioni precipitanti, portando agli stessi sintomi. Questo si verifica più frequentemente nelle persone con malattia polmonare preesistente, come l’asma, la fibrosi cistica e la malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO).

Infezione polmonare

Il dolore toracico pleuritico spesso accompagna la polmonite, un’infezione dei polmoni. Le cause comuni della polmonite batterica includono pneumococco, Mycoplasma pneumoniae e Chlamydia pneumoniae. I virus possono anche causare la polmonite, incluso l’influenza e il virus sinciclatorio respiratorio. Quando l’infezione responsabile della polmonite si avvicina alla superficie polmonare, infiamma tipicamente la pleura – il tessuto che avvolge i polmoni e le linee della parete toracica. Questa infiammazione provoca dolore con respirazione. Altri sintomi di pneumonia frequenti includono febbre, brividi, tosse e respiro corto: un ascesso polmonare, una tasca di infezione e di pus, vicino alla superficie polmonare può anche causare dolore toracico pleuritico, di solito su un lato del petto. Ciò può avvenire a causa di inalazione accidentale della saliva o del contenuto dello stomaco, o la semina batterica del polmone nelle persone con una valvola cardiaca infetta. La tubercolosi causa anche ascessi polmonari.

Embolia polmonare

Un coagulo di sangue nei polmoni, chiamato embolia polmonare (PE), è una grave causa di dolore durante la respirazione. Un PE si verifica tipicamente quando un coagulo di sangue che si è formato in una vena profonda del corpo – di solito nelle gambe o nel bacino – si libera e si allena in uno o più vasi sanguigni del polmone. A seconda delle dimensioni e della posizione del coagulo o dei coaguli nei polmoni, PE può causare shock e rapidamente si rivelerà fatale se non trattato immediatamente. Oltre al dolore toracico pleurico, i sintomi comuni di un PE includono: – improvvisa respiro, – nuova tosse, che può comportare l’espulsione di un flemma sanguigno, – il cuore e la frequenza respiratoria rapida, – capogiri, capogiri, svenimenti o La perdita di coscienza, la febbre bassa, le persone con un PE possono avere anche segni e sintomi di un coagulo in una gamba profonda o vena pelvica, tra cui: – gonfiore di una o di entrambe le gambe, – arrossamento della gamba interessata, – dolore o tenerezza nel vitello o dietro il ginocchio

pericardite

Un sottile strato di tessuto chiamato pericardio circonda il cuore. Il pericardio assorbe la pleura. Le condizioni che causano l’infiammazione del pericardio – chiamata pericardite – possono portare a dolore con respirazione. Il dolore toracico pleurico dovuto alla pericardite si verifica più frequentemente in mezzo al petto, sotto il petto o leggermente a sinistra di questa zona. Diverse condizioni possono causare la pericardite, ma un’infezione virale è più comunemente da biasimare. Le infezioni batteriche, le reazioni rari e la radioterapia al petto rappresentano alcune delle cause meno comuni della pericardite. Inoltre, anche se la pericardite non è un tipico sintomo a breve termine di un attacco di cuore, può svilupparsi nei giorni successivi a settimane, poiché il tessuto cardiaco danneggiato provoca una risposta infiammatoria che può influenzare il pericardio.

Altre cause

Il cancro originario dei polmoni o che si è diffuso nei polmoni da un altro organo – come il seno, il colon o la prostata – può causare dolore toracico pleuritico se il cancro si trova sulla superficie del polmone e comporta la pleura. Il cancro derivante dal polmone si sviluppa più spesso negli adulti più anziani che fumano o usano fumare. Altri sintomi del cancro nei polmoni possono includere la mancanza di respiro, la perdita di peso e una tosse nuova o diversa. Le condizioni autoimmuni sono cause rare di dolore con respirazione. Ciò si verifica solo se i polmoni sono influenzati dalla malattia. Esempi includono l’artrite reumatoide, il lupus eritematoso sistemico e la sindrome di Sjogren. Di solito si verificano sintomi tipici di queste condizioni con il dolore toracico pleuritico, che aiuta a indicare la causa sottostante. Con le condizioni autoimmuniche, il dolore toracico pleurico si sviluppa tipicamente nei giorni di settimane, piuttosto che improvvisamente. Quando altre cause più comuni di dolore toracico pleuritico sono state escluse, i medici devono considerare la possibilità di una condizione addominale. Coloro che potrebbero infiammare il diaframma – il muscolo che separa il torace e le cavità addominali, e si muove su e giù con la respirazione – sono più probabili che innescheranno il dolore legato alla respirazione. Considerazioni possibili includono la malattia di Crohn, l’infezione del fegato o la cavità addominale e l’infiammazione del pancreas.

Ogni dolore inspiegabile associato alla respirazione richiede una valutazione rapida da parte di un medico. Se accompagnati da segni e sintomi di avvertimento che potrebbero indicare una condizione potenzialmente pericolosa per la vita, è necessaria una cure mediche di emergenza. Questi segni e sintomi di avvertimento includono: – febbre, brividi o pelle screpolata, – vertigini, svenimenti o perdite di conspietà, – agitazione, ansia o confusione, – respiro corto o battito cardiaco, – gonfiore in uno o Entrambe le gambe – tosse il sangue – dolore toracico che irradia alla spalla, al collo, alla schiena o alla mascella o all’addome, o aumenta con l’esercitazione – rivisto e rivisto da: Tina M. St. John, MD

Avvertenze e precauzioni